Ludovico Einaudi: il nuovo album è immerso in uno spazio libero

18.10.2021, di Luca Testoni

il 21 gennaio esce Underwater, il nuovo attesissimo album di Ludovico Einaudi  in piano solo

Sono trascorsi più di 20 anni da “I Giorni”, l’ultimo album di Ludovico Einaudi piano solo. Per certi versi, “Underwater”, il nuovo album, la cui uscita su etichetta Decca Records è fissata per il 21 gennaio, rappresenta una sorta di ritorno alle origini per il compositore-pianista piemontese, tornato per l’occasione all’essenza della sua musica

Saranno quattro singoli a precedere il disco, una dozzina di nuovi brani incisi nello studio installato a Dogliani, nelle Langhe.

La prima composizione ad essere svelata è “Luminous”, di cui è già disponibile online la video performance live diretta da Ana Shametaj.

 

«Da pelle d’oca»; «Sound of Heaven»; «suoni che danno calore in tempi difficili». Sono questi alcuni commenti “catturati” in rete e riferiti a “Luminous”. Commenti pertinenti, varrebbe la pena di dire. Parlando della sua ultima fatica discografica, Einaudi ha spiegato di aver cercato «un suono preciso che corrispondesse all’espressione di questa musica, morbido, caldo e profondo» e di volere «un pianoforte che parlasse e cantasse».

Com’è nato “Underwater”? «Quando il mondo fuori era fermo e silenzioso, mi sono immerso in uno spazio libero e senza confini», ha raccontato Ludovico. «”Underwater” è una dimensione fluida e parallela, che scorre senza interferenze esterne. Sono forme brevi, quasi canzoni, scritte di getto sul pianoforte. A volte nella composizione metti così tanti livelli di pensiero che la pura ispirazione rischia di affievolirsi nel processo. Scrivere una canzone invece è come respirare, un’onda che va e che viene».

APPROFONDIMENTI

Sito ufficiale 
instagram

  • Share

you may also like

Francesco Bianconi: la PAURA in formato Deluxe

Francesco Bianconi presenta “PAURA Deluxe”: una raccolta di colonne sonore di film del terrore, in tiratura limitata .

Il Jazz e il futuro, il Futuro del jazz

“Il jazz, gli strumenti, gli insegnanti” è un’eccezionale playlist a dimostrazione dell’instancabile lavoro di promozione verso i giovani talenti del jazz e dell’estrema attenzione a questo tema da parte di JAZZMI e di tante realtà.

Back And Forth: una zattera tra Italia e Stati Uniti

Danilo Gallo, bassista dei Guano Padano ci ha raccontato la genesi del loro nuovo album “Back And Forth” e della nascita del sodalizio musicale con Sam Amidon e Bill Frisell 

Un’ode alla natura che unisce mente e cuore

Il 21 luglio è uscito Divine Tides, l’attesissimo album del “superduo” Ricky Kej e Stewart Copeland

all
news

playlist