fbpx

Incognito

Bio

Gli Incognito sono uno tra i più importanti progetti e gruppi di acid-jazz al mondo. Nati in Inghilterra nel 1976 dalla volontà di Jean-Paul “Bluey” Maunick, gli Incognito sono una formazione in continuo mutamento, proprio come la loro musica.

Dopo la creazione del gruppo da parte di Maunick e Paul “Tubbs” Williams, gli Incognito pubblicano il loro primo album Jazz Funk nel 1981 dopo il quale si prendono una pausa lunga dieci anni fino al 1991 quando pubblicano Inside Life. L’album viene registrato insieme a numerosi altri artisti della scena groove britannica, caratteristica presente in tutti i dischi successivi del gruppo come Tribes, Vibes and Scribes (1992), con il contributo della vocalist Maysa Leak, Positivity (1993) o 100° and Rising con Joy Malcolm e Pamela Anserson, il cui brano “Everyday” raggiunge la posizione numero ventitrè della classifica inglese.

Successivamente a Remixed (1996), Tokyo Live (1998) e No Time Like Future (1999), gli album che inaugurano gli anni Duemila, Life, Stranger Than Fiction (2001) e Who Needs Love (2002), si caratterizzano per l’assenza di Maysa Leak sostituita dalle voci di Tony Morelle e Joy Rose. Ancora una volta si mostra la caratteristica fluidità nella composizione del gruppo che tuttavia non ne pregiudica lo stile musicale ben definito.

I successi dei primi anni Duemila vengono confermati nel 2010 dalla pubblicazione di Live in London: the 30th Anniversary Concert e Transatlantic R.P.M. arricchito dalle performance di artisti come Chaka Khan e Mario Biondi.

Nel 2012 gli Incognito pubblicano Surreal, seguito da Amplified Soul (2014), In Search of Better Days (2016) e dal loro ultimo lavoro Tomorrow’s New Dream (2019), come sempre un album di immersione nell’acid jazz e con i contributi di numerosi musicisti e cantanti. Per celebrare l’uscita dell’album, gli Incognito si esibiscono in Italia nel novembre dello stesso anno in un concerto al VOX Club di Nonantola (MO).

website

music

Photos

news

La prima volta al Festival di Giovanni Truppi

Cresce l’attesa per un esordio eccellente: la prima volta sul palco dell’Ariston da concorrente di Giovanni Truppi, tra le voci migliori e singolari della canzone d’autore di oggi.

Incognito: longevi sì, ma non per caso

Cinque concerti a luglio (l’8 a Napoli, Marina di Varcaturo; il 9 al Castello di San Giusto a Trieste; il 10 alla Corte degli Agostiniani di Rimini, nell’ambito del Festival “Percuotere la Mente”; il 12 all’Arena Santa Giuliana di Perugia in una serata live in abbinata alla bravissima Dee Dee Bridgewater; il 13 al Teatro D’Annunzio di Pescara per “Pescara Jazz”) e uno ad agosto (il 12 a Cabras, nell’oristanese, in Sardegna, ospiti del Dromos Festival).
Non passa estate senza che gli Incognito non riservino qualche data al Belpaese.

download

  • Share
all
artist