fbpx

John Cale

Bio

John Cale (Carmarthenshire, 1942), polistrumentista e co-fondatore dei Velvet Underground insieme a Lou Reed, ha sempre spaziato fra suoni, melodie e generi suonando la viola elettrica, il piano e il basso. Elemento chiave e immancabile della sua produzione: la sperimentazione.

Dopo l’infanzia nel Galles e gli studi presso il Goldsmiths College di Londra, Cale intraprende un viaggio negli Stati Uniti per ampliare i suoi orizzonti musicali. Giunto a New York, incontra nel 1965 Lou Reed (voce e chitarra) con il quale fonda i Velvet Underground. Il gruppo, completato da Sterling Morrison (basso e chitarra) e Angus MacLise (percussioni, poi sostituito da Maureen Tucker), pubblica nel 1967 il primo album The Velvet Underground & Nico.

Dopo la pubblicazione del secondo album con i Velvet (White Light/White Heat – 1968), John Cale abbandona il gruppo intraprendendo una brillante carriera da solista, intervallata da collaborazioni ed esperienze di produzione e caratterizzata da sonorità rock con una componente di sperimentazione e avanguardia.

Il suo primo album da solista è Vintage Violence del 1970 in cui Cale sperimenta con melodie folk-pop, poi unite alle sonorità della musica classica nel successivo The Academy in Peril (1972).

Del 1973 è invece Paris 1919, in cui John Cale torna allo stile rock con brani dai testi criptici e arrangiamenti barocchi, considerato dalla critica uno dei suoi dischi migliori.

A seguito di alcune esperienze di produzione Cale si ristabilisce in Gran Bretagna dove pubblica Fear (1974), Slow Dazzle (1975) e Helen of Troy (1975), una trilogia discografica i cui brani diventano tetri, dark e aggressivi, proprio come le performance di Cale durante i concerti.

Nel 1981, Cale cerca di portare la sua produzione verso sound più commerciali con album come Honi Soit (1981) e Music for a New Society (1982), disco passato inosservato e ad oggi ritenuto dalla critica un capolavoro da solista nonché uno dei dischi più innovativi e visionari dell’epoca.

Nel 1990 pubblica, insieme a con Lou Reed, Songs for Drella, un album commemorativo per il comune amico Andy Warhol, che dall’inizio fu uno dei promotori dei Velvet Uderground disegnando per il loro primo disco la copertina con l’iconica banana sbucciata.

Gli anni Duemila sono segnati dal contributo per la colonna sonora del film American Psycho (2000) di Mary Harron e dalla pubblicazione di HoboSapiens (2003), influenzato dalla musica elettronica e dall’alternative rock, e di Circus Live (2007).

L’ultimo album di John Cale è M:FANS del 2016, su cui l’autore dice: « Era il momento di decimare la disperazione del 1981 e respirare nuova energia, riscrivere la storia». A celebrazione della pubblicazione Cale si esibisce anche in Italia nel Luglio 2017 a Fabrica (TV) durante il Summer in Fabrica.

website

music

news

La prima volta al Festival di Giovanni Truppi

Cresce l’attesa per un esordio eccellente: la prima volta sul palco dell’Ariston da concorrente di Giovanni Truppi, tra le voci migliori e singolari della canzone d’autore di oggi.

download

  • Share
all
artist