Trio Bobo

Bio

Il Trio Bobo prende vita nel 2002 dal desiderio del bassista Faso e del batterista Christian Meyer, membri storici dell’iconica band Elio e le Storie Tese, di misurarsi con generi e sound nuovi e inaspettati, come il jazz, la fusion e il groove africano, per dare vita a un progetto musicale teso verso la fusione culturale e la sperimentazione.

Dopo l’esperienza con alcuni quartetti e quintetti, tra cui la Little Big Band e Gli Energia Pura, la virtuosa sezione ritmica di Elio e le Storie Tese decide di mantenere la composizione del gruppo più asciutta. È dopo questa realizzazione che Christian Meyer assiste ad un’esibizione del celebre chitarrista Alessio Menconi, collaboratore del grande cantautore e paroliere Paolo Conte e del percussionista e compositore statunitense Billy Cobham. Dopo un periodo di prova la capacità di bilanciare improvvisazione e minuziosità esecutiva di Menconi si rivela in perfetto accordo con la fluidità artistica del duo ritmico, così nasce il definitivo Trio Bobo.

Nel 2005 pubblicano l’omonimo, Trio Bobo, loro album d’esordio. Il disco racchiude lo spirito giocoso e innovativo dei membri del gruppo e viene accolto più che positivamente dalla critica.

Nonostante i numerosi impegni artistici di Faso, Meyer e Menconi, un secondo album del Trio Bobo, Pepper Games, viene pubblicato nel 2016. Il lavoro conferma la volontà fondamentale della band di presentare la fusione di generi poco familiari al pubblico italiano come il funk e le sonorità africane, ma riflette anche undici anni di personale evoluzione dei tre artisti, come racconta Meyer a La Repubblica: «Intanto siamo cambiati un po’ noi singolarmente, perché il musicista è sempre alla ricerca di una personalità sempre più spiccata… Il Trio Bobo, per sintetizzare, è cambiamento nel senso di maggior personalità, maturazione, una musica più facile da comprendere».

Il 2019 è la volta di Sensurround, terzo album, dedicato al sistema sonoro del cinema degli anni Settanta, ormai in disuso. L’album è un’esperienza musicale intensa e inebriante che coinvolge tutte le influenze del trio: dal jazz al funk, dal rock al blues al pop, il tutto completato da ritmi africani. Ma l’album è un successo anche grazie alla cura delle composizioni e degli arrangiamenti in perfetto equilibrio tra 100% d’improvvisazione e 100% di arrangiamento (intervista di Rockol a Meyer e Faso).

Questo progetto viene presentato nel 2019 a JAZZMI, festival jazz di Milano e a Roma per un concerto straordinario all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2020.

music

Video

download

  • Share
all
artist