fbpx

JAZZMI #9, primi big annunciati e prevendite al via

Venerdì 19 aprile. Ore 10. Sono data e orario del via ufficiale alle prevendite dei biglietti per i primi concerti inseriti nel corposo palinsesto dell’edizione numero 9 di JAZZMI, la rassegna diretta da Luciano Linzi e Titti Santini che, tra il 17 ottobre e il 13 novembre, farà di Milano una delle capitali del circuito jazz mondiale.

Di Luca Testoni

 

Tra i big annunciati in anteprima spicca il gigantesco e ieratico sassofonista e compositore di Los Angeles Kamasi Washington, il cui merito indiscusso consiste forse nell’aver gettato un ponte tra il jazz dei puristi e quello delle nuove generazioni, che senza rinnegare la tradizione cercano (o almeno ci provano) nuove soluzioni.

Kamasi Washington, in uscita con il nuovo album “Fearless Movement” ai primi di maggio, sarà protagonista del concerto (il 4 ottobre all’Alcatraz) che lancerà la kermesse.

Naturalmente non è l’unica star in cartellone. Nelle quattro settimane di live, eventi speciali, cinema, documentari, esposizioni, incontri, itinerari e laboratori musicali, faranno capolino a Milano tantissimi grandi nomi. Come è il caso di due giganti della chitarra jazz come Pat Metheny (il 2 novembre al Teatro Lirico Giorgio Gaber) e Bill Frisell (per il suo quartetto doppio concerto il 1° novembre nel Teatro della Triennale).

Numerose le chicche sin qui svelate: dall’omaggio del virtuoso del contrabbasso e del basso elettrico statunitense Christian McBride a una pietra miliare del contrabbasso come Ray Brown (per lui doppio show in trio al Blue Note il 2 novembre) al sassofonista-cantante Seun Kuti (il 29 ottobre all’Alcatraz con la band del padre Fela, gli Egypt 80); dal supergruppo con il bassista Dave Holland, il suonatore di tabla Zakir Hussain e il sassofonista Chris Potter (doppio live in Triennale il 7 novembre) a due coppie campioni della fusion applicata al jazz come quella composta da Michael League e Bill Laurence (vi dice qualcosa il nome Snarky Puppy?) e da Dave Weckl e Tom Kennedy, dal vivo sempre al Teatro della Triennale, ma rispettivamente il 5 e 6 novembre.

A testimoniare la varietà della proposte di JAZZMI ci saranno anche Murubutu, al secolo Alessio Mariani, che il 2 novembre rivisiterà con doppi set in Triennale il proprio repertorio hip-hop in chiave jazz accompagnato dalla Moon Jazz Band, e il collettivo soul-jazz -funk dei londinesi Nubiyan Twist (il 19 ottobre in Santeria Toscana 31); il rapper statunitense Talib Kweli (il 10 novembre ai Magazzini Generali) e il bassista e cantante camerunense Richard Bona e il suo sound in costante equilibrio tra Caraibi e radici africane (il 13 novembre due volte al Blue Note); l’ottetto funk-soul di Seattle i True Loves (il 31 ottobre al circolo Biko) e la formazione jazz-pop capitanata dal pianista vincitore di Grammy californiano Taylor Eigsti e del quale fanno parte anche il sassofonista Ben Wendel, la cantante Gretchen Parlato e il collega Casey Abrams (doppio set al Blue Note il 12 novembre).

Altre ed eventuali? Fino al 10 maggio è aperta la #CALLTOJAZZMI24, call online rivolta a tutte le jazz band che vogliono candidarsi per esibirsi a JAZZMI. Ancora: JAM THE FUTURE, il contest per le band under 35, si terrà al Volvo Studio Milano in due serate a settembre, in collaborazione con Volvo Car Italia. Sarà invece la prima volta assoluta di JAZZDESIGNJAZZ, il concorso per giovani solisti di età compresa tra 16 e i 30 anni che prova a riportare l’attenzione sul legame storico-artistico tra jazz e design. Alla presenza di tutor del calibro di Tullio De Piscopo e Enrico Rava, una giuria guidata da Pupi Avati selezionerà i sei solisti che si esibiranno il 2 novembre accompagnati dalla Band dei Civici Corsi di Jazz diretta da Enrico Intra al Teatro della Triennale. Tuttavia, solo due di loro si aggiudicheranno la possibilità di incidere un disco e di esibirsi di nuovo sul palco della Triennale il giorno successivo (info e candidature su www.jazzmi.it).

Info & Tickets: https://jazzmi.it/

  • Share

you may also like

Ma quanto è bella la world music Made in Romagna dei Supermarket

Un’autentica colonna sonora “all’italiana” per non luoghi e androidi che sognano di esseri umani, un manifesto musicale che si fa portavoce di lunghe serate trascorse all’insegna di una singolare unione tra movimento e un senso di black humor surrealista. Il capostipite della World music romagnola, tra esotismo kitsch e sperimentazione radicale.

Piano City è pronta ad “invadere” Milano

Le note risuoneranno in città dal 17 al 19 maggio per l’edizione di Piano City Milano 2024!

Lucio Corsi, il mio canto libero. Rigorosamente dal vivo.

Il rocker trasformista Lucio Corsi torna in tour nella primavera-estate con concerti in giro per l’Italia.

Worm Up, concerti doc e… al fresco

Una rassegna di preriscaldamento con i protagonisti della scena internazionale, da ascoltare in condizioni ottimali, nella sostenibile leggerezza dell’aria condizionata!
E ancora dj set e concerti aperitivo con i solisti dell’orchestra milanese…

all
news

playlist