fbpx

OTTOBRE: torniamo a viaggiare con la musica dal vivo

01.09.2021, di Giacomo Luperini

Dopo gli stop dovuti alla pandemia, ricominciamo finalmente a far suonare l’autunno, a organizzare festival ed esportare musica nel mondo

È finalmente un ottobre musicale per Ponderosa Music & Art. diciassette date per dieci artisti in Italia (e negli Emirati Arabi Uniti), oltre a due attesissimi festival.

Cominciamo proprio dall’Italia dove troviamo Cristina Donà, Davide Boosta Dileo, Redi Hasa, Giovanni Truppi e Mauro Durante & Justin Adams, che dopo averci accompagnato per tutta l’estate, concludono i loro rispettivi tour, con due “new entry”: Les Négresses Vertes e la collaborazione tra Guano Padano e Sam Amidon.

La prima data del nostro calendario, l’1 ottobre al Dig Festival di Modena, vede subito una grande collaborazione tra il polistrumentista folk, Sam Amidon e il trio italo-americano dei Guano Padano (italiani per appartenenza geofrafica, ma decisamente folk/psichedelici americani per intenti e sonorità).

Guano Padano & Sam Amidon

Per ascoltare Cristina Donà, la nota cantautrice rock, ci sono ancora due date per ottobre: il 2 ottobre nella Sala Pretassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 9 a Parma, al Teatro Farnese, mentre Davide Boosta Dileo, storico cofondatore dei Subsonica, prosegue il suo tour con un’unica data solista, il 2 ottobre, al festival Tensioni di Rovigo.

Cristina Donà

Giovanni Truppi conclude questo tour 2021 con Ponderosa il 16 ottobre al Salone del Libro di Torino, dove presenterà il suo ultimo libro (del quale abbiamo già parlato sulle nostre pagine). Anche Mauro Durante e Justin Adams finiscono questo tour, che precede l’uscita del loro prossimo album . Vi rimane solo la data del 6 ottobre per sentirli ancora dal vivo, all’Ahymè Festival di Parma, nel Museo d’Arte Cinese ed Etnografico.

Mauro Durante & Justin Adams

Unica data italiana invece per lo storico gruppo folk-rock francese dei Les Negrésses Vertes, caratterizzato da una forte tendenza alla patchanka, il mix caotico di stilemi provenienti da diverse culture musicali latine, con un animo decisamente punk. Potrete ascoltarti il 28 ottobre all’Hiroshima Mon Amour di Torino.

Tre date belle piene invece, per il grande violoncellista Redi Hasa, esploratore di generi musicali, che porta il progetto “The Stolen Cello Deluxe” prima a Firenze, il 9 ottobre per Music Concentus alla Sala Vanni, il 30 ottobre suonerà sui palchi di JAZZMI, alla Santeria Toscana 31 e, infine, a Roma il 31 ottobre all’Auditorium Parco della Musica.

Redi Hasa

Oltre ai concerti e ai singoli tour degli artisti, proseguono anche i prestigiosi festival firmati Ponderosa:
L’unico appuntamento di Ottobre per l’Autunno Boreale (del quale abbiamo già parlato qui), è con Kimmo Pohjonen. L’icona della musica finlandese di esibirà il 7 ottobre al Volvo Studio di Milano.

Giovanni Truppi
Giovanni Truppi

Molto più articolata è la situazione dell’attesissimo JAZZMI 2021 che si svolgerà interamente nel mese di ottobre, dal 21 al 31, con l’intera città di Milano come palco. Per un approfondimento sulle singole date del festival vi rimandiamo direttamente agli altri articoli che gli abbiamo dedicato (li trovate a fondo pagina).

Kimmo Pohjonen

La squadra ponderosa migra verso il caldo, precisamente negli Emirati Arabi Uniti, a Dubai, per Expo Dubai 2020, slittato di un anno a causa della pandemia. L’esposizione, che si svolgerà dall’1 ottobre al 31 marzo 2021, prevede numerosi concerti ed eventi, nel Padiglione Italia, organizzati da Ponderosa.

Ad ottobre avremo due gruppi, entrambi all’insegna della musica manouche, la Woody Gipsy Band e Four on Six ad inaugurare questa rassegna di Ponderosa in territorio Emiratino. Si comincia il 14, 15 e 16 con la Woody Gipsy Band, la band che suona jazz e musica gitana con un cuore rock & roll composta da Stefano Ivan Scarascia alle tastiere, Michele Ionis Rusconi alla chitarra, Tommaso Fiorini al contrabbasso ed Andrea Spampinato alle percussioni.

Woody Gipsy Band

Per finire, sempre per Expo Dubai 2020, i Four on Six, altra storica band che ha saputo coniugare jazz, con musica classica e musica tradizionale italiana si esibirà in tre imperdibili date. Li trovate il 21, il 22 e il 23 ottobre.

Four on Six

  • Share

you may also like

Cinque volte Avion Travel, l’arte e la magia della musica sotto le stelle

Gli Avion Travel anche nell’estate 2022 hanno voluto lasciare un segno, ritagliandosi cinque concerti a cominciare dal 7 agosto nel giardino delle Clarisse di Città Sant’Angelo ospiti della rassegna “Armonie d’autore”, l’11 agosto nella splendida cornice di piazza Plebiscito a Napoli per la seconda edizione della kermesse diretta da Lello Arena dal titolo “Restate a Napoli”, il 19 agosto in piazza della Vita a Civitavecchia, in provincia di Roma, il 7 settembre a Castel Sant’Angelo a Roma e il 16 settembre, in casa nella natia Caserta.

Gogo Penguin, live in Italia per i “Radiohead” del jazz Made in Uk

3-4-3. No, stavolta il calcio e i suoi moduli non c’entrano. Quel tris di numeri ci porta dritti filati a quelli che la critica specializzata d’Oltremanica ha etichettato come i “Radiohead del jazz britannico”, e cioè ai GoGo Penguin.
I Gogo Penguin saranno ospiti il 29 di Fano Jazz, mentre il 30 saranno alla Casa del Jazz di Roma e il 31 all’Arena Le Ferriere di Follonica.

Tre serate in acustico con Suzanne

Tre concerti per l’estate italiana 2022 di Suzanne Vega. Da Trento (16 luglio, Teatro Capovolto) a Roma (19 luglio alla Casa del Jazz per “I Concerti nel parco”) passando per Trieste (17 luglio Castello di San Giusto).

Incognito: longevi sì, ma non per caso

Cinque concerti a luglio (l’8 a Napoli, Marina di Varcaturo; il 9 al Castello di San Giusto a Trieste; il 10 alla Corte degli Agostiniani di Rimini, nell’ambito del Festival “Percuotere la Mente”; il 12 all’Arena Santa Giuliana di Perugia in una serata live in abbinata alla bravissima Dee Dee Bridgewater; il 13 al Teatro D’Annunzio di Pescara per “Pescara Jazz”) e uno ad agosto (il 12 a Cabras, nell’oristanese, in Sardegna, ospiti del Dromos Festival).
Non passa estate senza che gli Incognito non riservino qualche data al Belpaese.

all
news