fbpx

Lucio Corsi, il mio canto libero. Rigorosamente dal vivo.

Il cantante e chitarrista originario di Vetulonia, che si è fatto conoscere per il suo rock d’autore venato di folk, pop, glam rock, progressive e cantautorato, è indubbiamente una delle figure più anticonvenzionali della musica italiana.

Di Luca Testoni

L’ultimo, bellissimo album in studio, “La gente che sogna”, risale alla primavera di un anno fa, ma è dal vivo Corsi dà il meglio di sé. E non lo si fa tanto per dire.
Per questo, è con piacere annunciare che, tra maggio e agosto, il vincitore della targa come miglior artista indipendente dell’anno al MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza lo scorso autunno sarà di nuovo in tour.


Nello specifico, saranno due le date nel mese di maggio: il 16 maggio sarà al DumBO di Bologna nell’ambito di Heroes Festival, mentre il 26 maggio salirà sul palco del MI AMI Festival al Circolo Magnolia in riva all’Idroscalo di Milano.
Sempre due i concerti fissati per giugno: il 22 si esibirà al DlenDlen Festival di Arsita (in provincia di Teramo) e il 28 all’Artico Festival di Bra (in provincia di Cuneo).
Il 12 luglio Lucio Corsi suonerà poi all’Orto di S. Matteo di Castelfranco di Sotto (in provincia di Pisa) nell’ambito di LET’S Festival, mentre ad agosto il 3 sarà al Revolution Camp di Sessa Auranica (in provincia di Caserta); l’8 agosto al PopCast Festival di Castiglione della Pescaia (in provincia di Grosseto) e infine il 19 all’Ex Macello di Putignano (Bari) per FARM Festival.


Nella primavera-estate di concerti in giro per l’Italia, il rocker trasformista, classe 1993, sarà accompagnato alla batteria da Marco Ronconi, alle tastiere e all’organo elettrico da Giulio Grillo, al basso da Tommaso Cardelli, al pianoforte da Iacopo Nieri e alla chitarra elettrica e slide guitar da Filippo Scandroglio.

Info e biglietti: https://ponderosa.it/artist/lucio-corsi/

  • Share

you may also like

Suzanne Vega, luglio di concerti nel Belpaese. Tra vecchie e nuove canzoni. Rigorosamente d’autore.

La folksinger newyorkese da quasi 40 anni sulla cresta dell’onda, in Italia per due imperdibili date.

Calibro 35, Danilo Rea, Alabaster DePlume, il cartellone di JAZZMI diventa XL

Una nuova infornata di grandi nomi va ad arricchire il già corposissimo calendario di concerti targato JAZZMI 2024. Tra questi spiccano diversi big della jazz-fusion mondiale.

Nelle sere di luglio leccesi la pizzica si balla sulle punte

La danza classica della Compagnie Les Ballets de Monte Carlo incontra la musica di Antonio Castrignanò & Taranta Sounds, portando in scena sul palco la creazione originale del coreografo Jean-Christophe Maillot.

Ma quanto è bella la world music Made in Romagna dei Supermarket

Un’autentica colonna sonora “all’italiana” per non luoghi e androidi che sognano di esseri umani, un manifesto musicale che si fa portavoce di lunghe serate trascorse all’insegna di una singolare unione tra movimento e un senso di black humor surrealista. Il capostipite della World music romagnola, tra esotismo kitsch e sperimentazione radicale.

all
news

playlist