Matthew Herbert

Bio

Matthew Herbert, classe 1972, è un musicista e DJ inglese di fama internazionale. Il suo stile particolare prende forma alla fine degli anni Novanta, diventando subito estremamente riconoscibile nel campo della musica dance e per la sua abilità nel trasformare suoni quotidiani in materiale eccentrico e ritmico.

Inizia a studiare musica all’età di quattro anni, avvicinandosi al violino e al pianoforte, ma grazie al lavoro del padre, tecnico del suono per la BBC, si interessa alla relazione tre elettronica e musica. Dopo aver frequentato Teatro all’università di Exeter, aggiunge un altro tassello alla sua formazione e ai suoi interessi: l’unione di musica e performance attoriale.

Matthew decide di pubblicare i suoi primi album sotto diversi Alter Ego e nascono così dischi come Wishmountain (1998), in cui si firma Wishmountain, The Music of Sound (1996) per cui diventa Doctor Rockit o Wishmountain Is Dead, Long Live Radio Boy (1997) come Radio Boy.

Nel 1998 pubblica Around the House come Herbert, in cui mescola ritmi dance a suoni della quotidianità, seguito nel 2001 da Bodily Functions sempre come Herbert, album che viene distribuito a livello internazionale.

Al 2003 risale invece Goodbye Swingtime, che Herbert pubblica come The Matthew Herbert Big Band e che registra insieme a sedici musicisti della scena jazz, tra cui i sassofonisti Dave O’Higgins e Nigel Hitchcock, il pianista Phil Parnell ed il bassista Dave Green, mentre nelle successive esibizioni live la band si completa con Siciliano, Arto Lindsay, Jamie Lidell, e Mara Carlyle.

Due anni dopo, come Herbert, torna per pubblicare Plat du Jour (2005) seguito da Scale (2006) che diventa il suo album di maggior successo, arrivando a raggiungere il ventesimo posto nella classifica Billboard di album elettronici.

Successivamente alla trilogia formata da One One (2010), One Club (2010) e One Pig (2011), Herbert torna con un album dance dopo nove anni: The Shakes (2015), di cui tuttavia decide di pubblicare una traccia a settimana.

Nel 2016 Herbert si esibisce in Italia presso il Triennale Milano Teatro nell’ambito di JAZZMI, mentre tra anni dopo torna con il suo più recente progetto The State Between Us (2019) che tuttavia pubblica come The Matthew Herbert Big Band.

website

music

Photos

download

  • Share
all
artist