Lambert

Bio

Lambert nasce Paul Tony Lambert nel 1983 in Germania e si presenta come uno dei talenti incredibili del panorama musicale. La sua visione audace e la capacità compositiva sono influenzate tanto dalla musica pop e dalla cultura contemporanea quanto dal repertorio classico, Lambert è infatti al contempo ipnotico, cupo e incantevole.

Il primo aggettivo che viene in mente quanto si pensa all’artista tedesco è “misterioso”, infatti il pianista utilizza sempre una maschera di pelle per celare la sua identità. Il suo debutto, Lambert, viene pubblicato dall’etichetta indipendente berlinese Staatsakt nel 2014 seguito Da Stay in The Dark del 2015 e Lost Tapes del 2016.

Nel 2017 viene aggiunto nel programma artistico dell’imprint della Universal, Mercury KX che già includeva Ólafur Arnalds Sebastian Plano. Quello stesso anno debutta per la label con Sweet Apocalypse, album con un notevole uso di batteria, archi e ottoni. Nel 2018 Lambert produce We Share Phenomena di cui ne pubblica due versioni: una prima che presenta un contributo vocale significativo da parte di Brookln Dekker dei Rue Royale e una seconda versione totalmente strumentale.

Il 2019 vede la realizzazione di molti progetti: due EP, Alone Alone II e l’album True, la cui uscita viene accompagnata dal falso documentario Becoming Lambert diretto da Tom Oxenham.

Il progetto più eclettico e versatile di Lambert è False del 2020 in cui l’artista presenta al pubblico quattordici dei nuovi artisti scritturati dalla Mercury KX.

website

music

Photos

Video

download

  • Share
all
artist