fbpx

Bedouine

Bio

Bedouine, nome d’arte di Azniv Korkejian, è una cantautrice siriano-americana nata ad Aleppo. La vita di Azniv è caratterizzata da continui trasferimenti: dall’infanzia in Arabia Saudita al trasferimento in America, da Boston a Houston, da Los Angeles al Kentucky, da Austin a Savannah fino al ritorno a Los Angeles. Chiunque può comprendere la scelta del suo nome d’arte, Bedouine: “beduino, nomade, vagabondo”.

La risposta a questa vita nomade la si ritrova nella sua musica: una qualità viva e vissuta, che si traduce in un suono ben definito caratterizzato dall’incontro del folk degli anni Sessanta con il funk country dei Settanta, il tutto condito da gocce di bossa nova, nel quale l’accompagnamento della chitarra e le precise escursioni liriche giocano un ruolo fondamentale, insieme alla sua voce e alla profondità dei suoi testi.

Nei suoi brani Bedouine crea uno stato d’animo prolungato e completo che si riflette sugli infiniti riverberi dello spostamento, senza paura di provare piacere lungo la strada.

La carriera musicale di Bedouine inizia con una prova di coraggio: nel 2015 assiste ad un concerto di Matthew E. White, fondatore dell’etichetta discografica Spacebomb e lo avvicina per chiedergli un contatto ed inviargli alcuni suoi demo. La risposta di White non si fa attendere e dopo solo due settimane, colpito dalla naturale ed essenziale bellezza delle canzoni di Aznyv, le offre un contratto discografico.

Nel 2017 pubblica il suo primo album omonimo, Bedouine definito da The Guardian uno degli album più discreti e affascinanti del 2017. I brani mostrano la volontà di creare una dimensione sonora atemporale in cui, alla natura folk-soul delle sue canzoni, fa corrispondere arrangiamenti misurati ed eleganti. L’eco musicale del disco giunge anche in Italia, dove nel giugno del 2018 Aznyv si esibisce nell’ambito del TRI.P Music Festival 2018, nel meraviglioso Giardino di Triennale Milano.

Nel 2019 rilascia Bird Songs of a Killjoy, una raccolta di brani con cui Bedouine accompagna l’ascoltatore alla scoperta del suo mondo e della sua interiorità aggiungendo alle sue tipiche sonorità folk e analogiche il contributo di archi, fiati e tastiere.

website

music

Video

news

La prima volta al Festival di Giovanni Truppi

Cresce l’attesa per un esordio eccellente: la prima volta sul palco dell’Ariston da concorrente di Giovanni Truppi, tra le voci migliori e singolari della canzone d’autore di oggi.

download

  • Share
all
artist