Antonio Castrignanó

Bio

Antonio Castrignanó, nato a Galatina (LC) e classe 1977, si caratterizza come autore, compositore e musicista e si avvicina alla musica popolare salentina fin da adolescente. Anziché confondersi con questo fenomeno che gli cresceva intorno, Castrignanó segna una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica e sperimenta con la contemporaneità in uno stile tutto personale.

Castrignanó inizia la sua carriera internazionale nei primi anni del Duemila, quando dopo essere stato membro del Canzoniere di Terra d’Otranto e del Canzoniere Grecanico Salentino, si esibisce nel 2003 come tamburo solista durante la Notte della Taranta.

Nel 2006 Antonio collabora con il regista Emanuel Crialese alla colonna sonora del film Nuovomondo per il quale viene candidato ai Nastri d’Argento dl 2007 per migliore colonna sonora.

Il 2010 è invece l’anno del suo primo album da solista Mara la fatia, una raccolta di brani carichi di suggestioni, in cui la tradizione e l’innovazione si uniscono in maniera perfetta in quello che è un manifesto della poetica musicale di Castrignanó.

Antonio suona su palchi di festival di grande prestigio sia nazionale che internazionale e diventa un punto di riferimento importante per la riscoperta della musica tradizionale salentina.

Nel 2012 partecipa alla colonna sonora del film Bellas Mariposas del regista Salvatore Mereu, vincitore del premio Schermi di Qualità e FEDIC alla Mostra del Cinema di Venezia dello stesso anno.

Importanti sono anche le collaborazioni di Castrignanó con artisti del calibro di Ludovico Einaudi, Stewart Copeland, Ballakè Sissoko, Caparezza e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, per cui Antonio si esibisce come voce ospite al loro primo concerto a Sansiro nel 2008.

Nel 2014 pubblica per Ponderosa Music & Art il suo secondo disco da solista, Fomenta in cui la grande attrazione sia per la tradizione salentina che per la musica contemporanea formano un mix perfetto ed estremamente equilibrato. Questa tendenza, tipica dello stile di Castrignanó è presente anche nel successivo EP, sempre prodotto da Ponderosa, Aria Caddhipulina.

Dopo la collaborazione del 2019 con il coreografo francese Jaen Christophe Maillot E “Les Ballets de Monte Carlo” per il concerto-spettacolo Core Meu, in scena al Grimaldi Forum di Monaco, Castrignanó torna ad esibirsi in Italia nel Settembre 2020 a Corigliano d’Otranto nell’ambito dell’Art&LAb Lu Mbroia.

website

music

Photos

Video

news

Antonio Castrignanò: Il musico, la principessa e il corpo di ballo

Ci sono tutti gli ingredienti necessari per la scrittura di una bella fiaba. Ci siamo fatti raccontare da Antonio Castrignanò la nascita di “Core Meu”

download

  • Share
all
artist