Alva Noto

Bio

Carsten Nicolai, meglio conosciuto come Alva Noto, è un artista e musicista tedesco. Nasce a Karl-Marx-Stadt nel 1965 e si afferma come un artista a metà strada tra musica, arte visiva e scienza esplorando l’estetica minimalista.

Nicolai si trasferisce a Berlino agli inizi degli anni Novanta dove fonda nel 1994 l’etichetta discografica sperimentale Noton.Archiv. La carriera musicale di Alva Noto debutta quando la Noton.Archiv si fonde con l’etichetta Rastermusic per diventare la Raster-Noton. Infatti, nel 1999 pubblica 20’ to 2000, una serie mensile di venti CD della durata di venti minuti volti a dare un’interpretazione agli ultimi venti minuti del XX Secolo.

Nel 2000 pubblica Prototypes, un album formato da tracce senza titolo composte da un collage di suoni che tendono alla musica d’ambiente. Segue Transform del 2001, che aggiunge una base ritmica ai suoi esperimenti sonori. Lo stesso anno rilascia anche Uniform, una collaborazione con il compositore Scanner per una mostra al Museo di Arte Moderna di San Francisco.

Nel 2002 Alva Noto rilascia la prima di una serie di collaborazioni con il compositore premio Oscar Ryuichi SakamotoVrioon presenta delicate melodie al pianoforte su una base glitch-house che si rivela un successo con la critica. Nel 2005 viene pubblicato la seconda collaborazione tra i due, Insen, naturale sequel di Vrioon dall’equilibrio sonoro unico.

Nel 2008 pubblica Unitext, un album dalle intense sonorità glitch per cui collabora con la poetessa francese Anne-James Chaton. Xerox, Vol.2 è un’uscita del 2009 e incorpora sound prodotti da Sakamoto, Michael Nyman e Stephen O’Malley.
Il quarto progetto di Alva Noto con Ryuichi Sakamoto, Summvs, viene pubblicato nel 2011 insieme a l’album da solista Univrs.

Il 2012 vede il debutto di Diamond Version, una collaborazione con il produttore ambient Bender che presenta un’interazione più pop dell’estetica Raster-Noton. È l’inizio di una lunga collaborazione anche con il producer tedesco, con cui tra il 2012 e il 2013 rilascia ben cinque EP, seguiti da CI del 2014.

Insieme a Sakamoto e Bryce Dessner, compone la colonna sonora del celebre film Revenant – Redivivo del regista Alejandro Iñárritu, che viene nominata come Migliore Colonna Sonora ai Golden Globes del 2016. Quello stesso anno Alva Noto rilascia Leaves of Grass, un EP composto da testi recitati da Iggy Pop.

Nel 2017 l’etichetta discografica Raster-Noto si scioglie ma l’artista tedesco continua a rilasciare musica sotto la rinata etichetta Noton. Nel 2018 rilascia Glass, una nuova collaborazione con Sakamoto con cui si esibisce in Italia in occasione del Romaeuropa Festival del 2019.

Nel 2020 rilascia una cover in stile ambient di “A Forest” dei Cure che precede l’album Xerrox, Vol.4. Lo stesso anno torna a collaborare con Sakamoto per una risposta musicale alla pandemia da Covid-19. “Incomplete” è la descrizione in musica della solitudine e lo straniamento provati dagli artisti a causa dell’impossibilità di esibirsi davanti ad un pubblico.

website

music

Video

download

  • Share
all
artist