CLOSE

Start searching from here...

CLOSE
HOME
ABOUT US
GIGS
ARTISTS
LABEL
FESTIVALS
CONTACTS

Festival Villa Arconati 2016

Nelle calde serate estive migliaia di “viaggiatori” contemporanei raggiungono il Castellazzo per assistere a un concerto di musicisti di fama nazionale e internazionale.
Il Festival di Villa Arconati è un progetto musicale e culturale realizzato grazie alla collaborazione fra il Comune di Bollate, Il Polo Culturale Insieme Groane, la proprietà di Villa Arconati e i sostenitori della manifestazione. L’origine dell’evento risale al 1985, anno in cui per la prima volta Villa Arconati viene aperta al pubblico per ospitare concerti di musica classica. La rassegna di musica avrebbe lasciato spazio nel 1989 al “Festival di Villa Arconati”, il quale, nel corso di tutti questi anni, si è affermato una delle manifestazioni più prestigiose dell’estate milanese. Il grande coinvolgimento e la forte attrattiva che il Festival esercita sul pubblico sono la dimostrazione di come sia possibile promuovere nell’hinterland di una grande città come Milano manifestazioni culturali di grande prestigio e successo.

Ascolta la playlist dell'edizione di quest'anno:

 

DIANA KRALL - MARTEDÌ 12 LUGLIO - [Get Tickets]

L’arte di Diana Krall non solo ha fatto di lei uno degli artisti più immediatamente riconoscibili del jazz di oggi, ma ha travalicato i generi musicali. Diana, cantante, pianista ,vincitrice di Cinque Grammy® Award e di otto Juno® Awards, ha venduto più album di qualunque altra musicista di jazz dell’ultimo trentennio, risultando così una vera best-seller fra gli artisti della sua generazione.
L’artista ripercorrera’ sul palco il suo incredibile repertorio fino ad arrivare al nuovo album “Wallflower” uscito a febbraio.

 

CAT POWER + William Fitzsimmons - DOMENICA 17 LUGLIO

[Get Tickets]

Chan Marshall, in arte Cat Power, torna in Italia con una serie di spettacoli in solo a distanza di due anni dall’ultimo tour. L’ultimo lavoro di studio, Sun, uscito nel 2012 per Matador Records e considerato dalla critica di tutto il mondo come il suo miglior lavoro è stato sscritto, suonato, registrato ed interamente autoprodotto dalla stessa Cat Power, Sun è una dichiarazione di completo autocontrollo da parte dell’artista, il più vicino al suo stato d’animo ed alla sua personalità, superando l’ansia e l’autoreferenzialità che ha contraddistinto gli anni della giovinezza di questa straordinaria cantautrice.



William Fitzsimmons è senza dubbio una delle voci più intense del nuovo cantautorato americano. Il cantautore ha esordito nel 2005 con il disco “Until When We Are Ghosts”. Nei successivi dieci anni sono arrivati altri quattro album che ne hanno messo in luce il talento di compositore e polistrumentista. L’ultimo album in studio, “Lions”, del 2014, prosegue il percorso del cantautore americano: folk accompagnato da ricchi arrangiamenti tra Iron & Wine, Elliott Smith e Nick Drake

 

IAN ANDERSON - LUNEDÌ 18 LUGLIO - [Get Tickets]

Dopo il successo dell’appena trascorso tour invernale con il concerto-evento “The Rock Opera”, IAN ANDERSON, pionere del rock progressive e leader indiscusso della storica band JETHRO TULL, torna in Italia, sulle note dei brani leggendari della band con il suo intramontabile “The Best of Jehtro Tull”. Lo vedremo in due distinte tranche, prima a luglio ed ancora in agosto, in 8 imperdibili date, calcare i palchi degli eventi più prestigiosi che animeranno l’estate italiana 2016. L'uomo che ha reso popolare il flauto nel mondo e che conta all’attivo piu' di 65 milioni di dischi venduti e piu' di 3.000 concerti in 40 paesi, prosegue la sua lunga stagione creativa e ad attrarre le platee di tutto il mondo accompagnandole sui sentieri del suo lungo passato e del repertorio storico della band. Sul palco Ian Anderson sarà affiancato dai musicisti che lo accompagnano da diverso tempo: John O'Hara alle tastiere, David Goodier al basso, Florian Opahle alla chitarra,  Scott Hammond alla batteria. Per gli appassionati del rock progressive un ’opportunità imperdibile, quella di ascoltare di nuovo dal vivo tutti brani leggendari come Aqualung, Thick as a Brick,  Locomotive Breath; il ritorno della grande musica.

 

JOAN BAEZ - MARTEDÌ 19 LUGLIO - [Get Tickets]

An Evening with Joan Baez

Ritorna in Italia con una serie di concerti Joan Baez una delle più grandi voci femminili di tutti i tempi. Dopo la celebrazione del suo 50° anniversario dalla leggendaria esibizione al Club 47 di Cambridge, Massachusetts, del 1958 e del successivo storico debutto del 1959 al Festival folk di Newport, numerosi premi, riconoscimenti e attività si sono succedute a ritmo frenetico per la cantautrice statunitense. Oltre a ripetuti tour in USA e nel mondo, il 2011 ha visto l’ingresso del suo primo album, che uscì su Vanguard del 1960, nella prestigiosa Grammy® Hall Of Fame patrocinato dalla National Recording Academy e nel 2012 l’attribuzione del prestigioso riconoscimento per il suo, a dir poco rilevante, apporto alla causa dei diritti Umani, da parte di Amnesty International, in occasione del cinquantenario della fondazione; Sempre nel 2012 Joan ha preso parte ad altri storici avvenimenti e ricorrenze: concerto di Berkeley per CRO, ovvero Citizenzs Reach Out, una organizzazione no profit per sensibilizzare e aiutare le vite delle vittime di Guerra di tutto il mondo; e al grandioso avvenimento sulla costa di Big Sur in California per il 50 anniversario dell’Istitituto di educazione umanistica e alternativa denominata Esalen. In precedenza, numerose le attività umanitarie e filantropiche che l’hanno vista sempre protagonista : dall’ incontro con i reduci dal Vietnam a Idaho Falls nel 2009, al concerto benefico nell’Anfiteatro del Woodland Park Zoo di Seattle, a quello di San Francisco per la Fondazione Seva Foundation, con Steve Earle, David & Tracy Grisman, Tuck & Patti, e Wavy Gravy. A grande richiesta sono stati recentemente ripubblicati i suoi album di successo contenenti note margine della stessa Joan, la sua autobiografia “And A Voice To Sing With” e in video torna di attualità la sua apparizione a Woodstock del 1969 e la vediamo tra i protagonisti anche nel documentario di Martin Scorsese sulla carriera di Dylan, No Direction Home e in The Other Side Of the Mirror: Bob Dylan Live At the Newport Folk Festival, 1963-1965.

 

INCONTRO CON FRANCESCO GUCCINI - GIOVEDÌ 21 LUGLIO

[Get Tickets]

Presentano Assante e Castaldo 

Con la Partecipazione dei Musici

Dopo l’uscita della raccolta “Se io avessi previsto tutto questo - Gli amici, la strada, le canzoni”, la prima opera “monumentale” che racconta, attraverso inediti riscoperti, rarità, duetti, collaborazioni, grandi successi e live mai pubblicati prima d’ora, oltre quarant’anni di carriera anche dopo l'uscita del suo ultimo libro di racconti. Francesco Guccini salirà sul palco - presentato da Ernesto Assante e Gino Castaldo - non più per cantare ma per raccontarsi, percorrendo l’Italia dal dopoguerra ai giorni nostri attraverso le sue canzoni e i suoi libri e attraverso i suoi miti, le sue origini, le sue ispirazioni. A coronare la serata un concerto dei Musici, i musicisti che l'hanno accompagnato in una lunga carriera di concerti live e che interpreteranno alcune delle canzoni suonate in quello che è stato definito un neverending tour durato oltre 40 anni.

 

GORAN BREGOVIC - VENERDÌ 22 LUGLIO - [Get Tickets]

If you don’t go crazy, you are not normal!

Dopo il grande successo della tournée estiva 2015, Goran Bregovic tornerà in Italia col suo tour “Chi non diventa pazzo non è normale!” Il repertorio spazierà dai suoi grandi successi agli ultimi album (Alkohol e Champagne for Gypsies) con qualche anticipazione di brani del nuovo album in uscita il prossimo anno. Goran Bregovic sarà accompagnato dalla sua storica formazione, la Wedding & Funeral Band (fiati, percussioni e voci bulgare). Per il pubblico sarà impossibile resistere ai ritmi travolgenti e alle sonorità fragorose di queste due ore di pura energia.

“…sonorità fragorose, selvagge, un po' alticce, affidate agli ottoni, alternate ad altre solenni, toccanti. Affascinanti le voci delle due coriste bulgare, le cui voci ben si sposavano con le trombe e il sax, incantando specialmente il pubblico quando hanno affrontato il tema del "Tempo dei gitani", con la soave “Ederlezi”, che dà anche il titolo al cd-antologia delle colonne sonore di Bregovic. E' una mistura scoppiettante, che fonde il jazz, tanghi e ritmi folk slavi, suggestioni turche e vocalità bulgara, polifonie sacre ortodosse e moderni battiti pop con quel pizzico di elettronica che non guasta. La si potrebbe definire "world music", sound cosmopolita. Una musica che si balla. Dappertutto. Prima sulle gradinate, ma che poi finisce per far scatenare in platea persino il pubblico più colto, quello abituato ad ascoltare in silenzio dalla prima fila. E quando Bregovic esegue di fila le celeberrime “Marushka”, “Gas gas” e “Kalashnikov”, l’anfiteatro rischia davvero di esplodere tant’è il ritmo impresso dall’orchestra e dal pubblico che, tra strumenti e battiti di mani, si fondono in un tutt’uno”.  Pomigliano Jazz 2015 – recensione Rocco Fatibene

Goran Bregovic Chitarra, Sintetizzatore, Voce

Una band gitana di fiati: Muharem Redžepi – Goc (Grancassa tradizionale), Voce Bokan Stankovic – Prima Tromba Dragic Velickovic – Seconda Tromba Stojan Dimov – Sax, Clarinet Aleksandar Rajkovic – primo Trombone, Glockenspiel Milos Mihajlovic – Secondo Trombone

Voci Bulgare Ludmila Radkova Trajkova – Voce Daniela Radkova Aleksandrova – Voce

 

CRISTIANO DE ANDRÈ - SABATO 23 LUGLIO - [Get Tickets]

DE ANDRÈ CANTA DE ANDRÈ

Cristiano De André, unico vero erede del patrimonio musicale deandreiano, attingerà dall'immenso repertorio di Fabrizio, interpretando sul palco i brani del padre contenuti nei progetti discografici di grande successo “De André canta De André – Vol. 1” (2009) e “De André canta De André – Vol. 2” (2010) e quindici nuove canzoni non ancora rivisitate, tra cui “La Guerra di Piero”, “Via Del Campo”, “Amore che vieni, amore che vai”, “Canzone per l’estate”, “Una storia sbagliata” e “Il bombarolo”!

Sarà accompagnato da una band d’eccezione composta da Osvaldo di Dio, Davide Pezzin (Ligabue) e Davide Devito, con la collaborazione di Max Marcolini (Zucchero) per gli arrangiamenti.

Il 26 aprile uscirà l’autobiografia intensa e sorprendente di Cristiano De André “La versione di C.” (Mondadori Electa) dove, per la prima volta, il cantautore racconta il rapporto tormentato con il padre e con la famiglia, partendo dall’infanzia e portando alla luce un flusso cronologico di ricordi. «De André canta De André è un progetto che mi ha permesso e mi permette di portare avanti l’eredità artistica di mio padre - scrive Cristiano De André nell’autobiografia (pag. 183) - caratterizzandola però con nuovi arrangiamenti che possano esprimere la mia personalità musicale e allo stesso tempo donino un nuovo vestito alle opere, una mia impronta. Mi auguro che così facendo la poesia di mio padre possa arrivare a toccare le anime più giovani, a coinvolgere anche chi non ascolta la canzone prettamente d’autore».

 

 

LINEUP
Diana Krall
Cat Power + W. Fitzsimmons
Ian Anderson
Joan Baez
Incontro con Francesco Guccini
Goran Bregovic
Cristiano De Andrè